Menu sport


In un campionato costellato dall’incertezza e dalla ricerca spasmodica del gioco e della continuità, la vittoria dei giovani U14 della Giromondo contro la corazzata Orvieto, una sola sconfitta ad oggi nell’intero arco del campionato, rappresenta un’iniezione di fiducia che ripaga il lavoro fin qui svolto.

Parte forte la Giromondo, in grado sin dai primi minuti di far valere la maggiore stazza sotto canestro da ambo i lati del campo, con Alimenti, 19 saranno i punti a referto del giovane 2006, e Toniolo a spadroneggiare sotto le plance coadiuvati in attacco da Chiodetti, estremamente prolifico malgrado la febbre. Il primo tempo si chiude con i ragazzi di Coach Santarelli, avanti di dieci lunghezze.

Il ritorno in campo, coincide con il prevedibile assedio degli orvietani, che punto dopo punto riescono a colmare il gap portandosi addirittura sul +2 a cinque dalla fine. La Giromondo non si scompone, ritrova nuova linfa da giocate difensive ad alto tasso di fisicità e mette la freccia del controsorpasso grazie ad una poderosa tripla di Martinelli Marini che ricaccia indietro gli avversari.

Gli ultimi due minuti di gioco vedono il quinto fallo di Toniolo ed il veemente ritorno di Orvieto nel più classico dei finali punto a punto. A 30 secondi dalla fine è perfetta parità. A questo punto sale in cattedra Daniele Scarabottini, prova di carattere e sostanza la sua: taglio in lunetta dal lato debole, ricezione, arresto, tiro, palla in fondo alla retina e tripudio generale.

Non è ancora finita: Giromondo in bonus ed Orvieto che con gli ultimi residui di energia attacca a testa bassa, portando a casa a 5 secondi dalla fine, il fallo che significa gita in lunetta e potenziali liberi del pareggio. Fuori il primo, realizzato il secondo. Rimessa Giromondo, palla a Paluello che sapientemente amministra e porta a casa una vittoria ampiamente meritata.

GIROMONDO SPOLETO 53 – ARRAPAHO ORVIETO 52



Commenti