Menu sport


Era nell’aria già con la vittoria di Gubbio, ma mancava l’ufficialità. Ora possiamo dirlo il Tennistavolo Spoleto è in serie C. Non sono ancora passati tre anni dalla sua fondazione, pochi i mezzi a disposizione, ma una passione enorme e un lavoro quotidiano in uno sport davvero difficile, fatto di effetti, di velocità di pensiero e riflessi che aveva portato Spoleto negli anni 80-90 alla soglia della serie A2.

Gli spoletini grazie alla doppia vittoria sul Tifernum ad una sola giornata dal termine dei play off hanno ipotecato uno dei primi tre posti della classifica che danno accesso alla serie C.

“Sono contento – commenta il Presidente-allenatore Alessandro Scatolini – naturalmente per la promozione, ma principalmente per il gruppo che si è creato. È la vittoria di tutti. In questo momento mi viene in mente il primo allenamento: io e quattro ragazzini tra cui mio nipote venuto solo per farmi contento. È da li che dobbiamo sempre partire e ripartire con quella voglia di divertirci e basta. Quest’anno l’obbiettivo era la salvezza, ma la voglia di fare qualcosa in più c’era, ma non pensavo alla promozione. L’approdo di Mirko Giustinelli è stato fondamentale e qui lui ha trovato in gruppo di amici. Pazzesca la crescita di Zanelli e di Restani, ottimi Leonardi ed Ippoliti pronti quando serviva. Ora festeggiamo poi penseremo cosa fare per affrontare un campionato che deve essere allenante e stimolante. So che il salto è enorme e so che al momento non siamo competitivi, ma questo non mi importa e non mi scoraggia, male che va perdiamo. Si impara più dalle sconfitte che dalle vittorie, quindi proviamo e facciamoci le ossa che perdere aiuta poi a vincere. Zanelli e Restani devono dare l’esempio e trascinare i nuovi ragazzi insieme ad altri “veterani” e capire che solo con l’umiltà e il sacrificio si può fare qualcosa. Bravi davvero.“

Venerdì (oggi) sera alle 20,30 nei locali della Chiesa di San Giovanni di Baiano ci sarà l’ultima di campionato contro l’altra squadra promossa il San Giustino.

 

 



Commenti