Menu sport


Un giovane sciatore che vive sulle Alpi a fine anno ha sulle gambe dai 90 ai 100 giorni di sci, senza perdere un giorno di scuola. Un giovane sciatore umbro se tutto va bene arriva a malapena a 30 giorni e per arrivarci deve comunque mettere in conto qualche assenza a scuola. Nonostante ciò lo Sci Club Spoleto del Presidente Pietro Morichelli ha portato ancora una volta due rappresentanti all’evento giovanile più importante organizzato dalla Fisi, ovvero i campionati Italiani categoria Allievi e Ragazzi, svoltisi alla fine di marzo a Falcade-Passo San Pellegrino (Veneto).

Per Alice Tulli (2004) e Riccardo Vecchi (2005) presentarsi al cancelletto di partenza è stato quasi come vincere. I due giovani sciatori spoletini hanno preso parte alle tre gare tradizionali slalom speciale, slalom gigante, e SuperGigante, battendosi alla pari con i migliori talenti dello sci alpino italiano che tra qualche anno andranno a far parte della nazionale azzurra. In gara anche nelle Skicross.

Ebbene Alice Tulli ha chiuso al 73° posto nello slalom speciale, mentre in gigante e SuperG si è piazzata al 87° posto. Slalom sfortunato per il giovanissimo Vecchi costretto al ritiro nella prima manche. Nel gigante lo spoletino ha chiuso al 100° posto mentre in super G è arrivato 105° su oltre 120 atleti al via.

Gli alteti allenati dal Maestro-allenatore Andrea Silvestri, insieme ai compagni di squadra (foto) nel mese di marzo hanno preso parte anche alla fase finale del Trofeo Pinocchio.



Commenti