Menu sport


Nella seconda giornata del Campionato di serie C di ginnastica ritmica, la formazione spoletina, pur facendo una discreta gara, non riesce a salire sul podio e si deve accontentare della sesta piazza. Il primo posto se lo aggiudica, il Club Giardino davanti all’Armonia d’Abruzzo e alla Gymnis Rimini che chiude il podio con punti 66,700, seguono al quarto posto l’Endas Cervia, con 65,150, la Gymnica Anthea con 65,050 e sesta appunto la Fenice (Benedetta Risi, Ludovica Serafini, Lavinia D’Amato e Asia Fatigoni) con punti 64,050, all’ottavo posto la Ginnastica Fulginium (Lucrezia Angeli, Emma Ducci, Anna Savini e Federica Castiglionesi) con punti 60,900.

Esclusa dalla competizione, per un assurdo regolamento, la squadra della Ginnastica Umbria, per mancanza del tecnico iscritto a referto, ma pur con la presenza delle tecniche Ivelina Taleva e Laura Bocchini (DTR per l’Umbria) tesserate però con La Fenice, a questo si aggiunge la difficoltà avuta nel tesserare la seconda tecnica Natalia Maslova per una variazione di codice fiscale, che ha ritardato la procedura di tesseramento al di là dei tempi previsti, solo oggi superati.

Al di là del regolamento, che va applicato, non si comprende perché non possano gareggiare le ginnaste e poi magari sanzionare la Società con una multa per la mancanza del tecnico, né si capisce in quale paragrafo è scritta l’esclusione dalla gara se non c’è il tecnico segnalato al momento della iscrizione; forse da parte del settore carte federali c’è da rivedere qualcosa, come il reinserimento del tecnico in prestito per motivazioni particolari.

Andando alla gara, inizia Benedetta Risi alla fune con un 11,550 alla fune, bella prestazione al cerchio per Asia Fatigoni con 13,050, positiva Lavinia D’Amato alle clavette con punti 13,400, ma nella prova precedente era stata più convincente, Ludovica Serafini impegnata in due attrezzi ottiene 12,750 alla palla e 13,300 al nastro migliorando molto le sue prestazioni effettuate a San Marino.

La classifica dopo la seconda giornata vede il Club Giardino irragiungibile a 149,300, davanti all’Armonia d’Abruzzo con punti 135,800, La Fenice Spoleto con 127,950, la Gymnica Anthea con punti 122,600 e l’Edera Ravenna con punti 122,350. Prossimo appuntamento ad Ancona il 3 marzo.



Commenti