Menu sport


Continua a collezionare podi, la Fenice di Spoleto nel Campionato di serie C, questo è l’11^ in 4 anni, ma la promozione in serie B, resta lontana.

A Fermo, le ginnaste hanno fatto prove altalenanti, lasciano in pedana diversi punti, mentre la giornata sarebbe potuta essere di recupero verso le due squadre che la sopravanzano in classifica, Ravenna e Pesaro.

Sui cinque esercizi effettuati, se si eccettua quello alla palla di Ludovica Serafini, che ha ottenuto un bel 15,750, tutti gli altri sono stati macchiati da imprecisioni e qualche errore.

Inizia proprio Serafini alla fune, dove ottiene il punteggio di 13,250, buono, ma con una perdita importante che ne ha ridimensionato il risultato finale, anche il cerchio di Asia Fatigoni, pur ottenendo un buon 14,700, avrebbe potuto portare di più, l’emozione probabilmente ha tradito Camilla Quondam, che alle clavette non è andata oltre il 10,800, con cadute dell’attrezzo impreviste che ne hanno condizionato il punteggio finale, anche il nastro della Fatigoni ha avuto delle imprecisioni anche se con un punteggio discreto di 13,900.

Il punteggio finale è stato di 68,400, buono per restare ancora sul podio con 0,100 di vantaggio sull’Endas Cervia, ma non sufficiente per recuperare sulla Gimnall Pesaro, prima con punti 71,350 e l’Edera Ravenna seconda con punti 70,550, che anzi si sono allontanate ancora di più. Peccato perché la formazione spoletina meriterebbe tranquillamente una serie B, ma un’unica promozione su 22 squadre partecipanti è decisamente difficile da raggiungere.

 



Gallery


Commenti