Menu sport


Ricomincia, come finì lo scorso anno, la Fenice conquista il 10^ podio nel Campionato Nazionale di Serie C di ginnastica ritmica nella sua zona tecnica, una zona tecnica che rispetto alle gare individuali aggiunge, oltre alle Marche e l’Abruzzo anche l’Emilia Romagna, e costringe così la formazione spoletina sempre a rincorrere l’unico posto utile per la promozione in serie B.

Dobbiamo dire che le ginnaste, accompagnate da Laura Bocchini ed Evelina Taleva, hanno disputato un’ottima gara, restando fino a due squadre dal termine, saldamente al secondo posto a soli 0.300 centesimi di punto dalla capolista Gymnall Pesaro, poi è arrivata l’Edera Ravenna, forte delle presenza della ginnasta Emma Bulzoni, che da sola è stata capace di portare alla sua squadra ben 33,350 punti nelle due esecuzioni alla fune e alle clavette, andando in testa con  il punteggio di 77,000, precedendo la Gymnall con 70,900, e La Fenice di Spoleto con 70,600 punti.

Dicevano ottimo risultato, ma i 6,400 punti, sono un bel vantaggio per la squadra emiliana. La gara per la formazione spoletina è stata aperta da Camilla Quondam che alla fune ha ottenuto il punteggio di 11,250, con qualche piccola imperfezione, ma poi la squadra è andata in un continuo crescendo, Asia Fatigoni ha preso un eccellente 16,200 al cerchio, Ludovica Serafini reduce da una brutta forma influenzale, ha eseguito un bell’esercizio alla palla dove ha ottenuto punti 14,950, Beatrice Bastida non è stata da meno con un positivo esercizio alle clavette dove ha ottenuto punti 13,900, poi ancora la Fatigoni ha concluso la gara con un 14,300 al nastro, il punteggio finale di 70,600 è stato molto apprezzato, ma sarà un Campionato duro fino alla fine con le ventidue le squadre partecipanti.



Commenti