Menu sport


di Stefano Gobbi – Quando il calcio non è una scienza logica. Quando i pronostici sono tutti sbagliati. Ecco perché questo sport si fa amare da tutti, alimenta tutti i ragionamenti possibili sicuri che alla prima verifica tutti saremo smentiti come dei principianti.

Vincere di misura contro l’ultima della classe ed esultare per ‘l’impresa compiuta’ al triplice fischio finale non è indice di debolezza della Ducato ma la consapevolezza di avere ottenuto contro il Cascia un risultato straordinario dopo avere giocato per un’ora in inferiorità numerica e sciorinato un gioco difensivo d’alta scuola con Sbardellati (migliore in campo) Arcangeli, Raspa e Pazzogna semplicemente perfetti. E gli altri? Indomiti in mediana (dove mancano Piantoni e Quaglietti) con un rientrante Paci bravo ed una coppia inedita Stella e Fedeli che tutto sono fuorchè mediani ad organizzare gioco. Le punte? Vedere Kola e Tomassoni aiutare la mediana in inferiorità numerica conforta tutti i tifosi della Ducato. Ecco perché dai marziani del Foligno questa squadra ha solo 5 punti di distacco e adesso provate a smentirci

Il Cascia non ha fatto una pessima figura. Tutt’altro. La squadra ospite ha trovato una Ducato fortemente motivata ad inseguire il Foligno ma il tecnico spoletino Mollaioli ha per le mani un gruppo senz’altro valido e se mantiene i ritmi di gioco imposti quest’oggi, al cospetto di formazioni alla pari in classifica potrà sicuramente raggiungere gli obiettivi prefissati cogliendo quelle soddisfazioni che oggi mostra di meritare. Mancano 14 gare e di certo non è a S. Giacomo che il Cascia deve trovare i punti salvezza. Per loro la rincorsa alla salvezza ricomincia da domenica prossima e saranno tutte finali come si conviene quando nello sport c’è in palio qualcosa di importante.

LA CRONACA: al 2’ Fedeli si fa 50 metri di campo palla al piede con Kola e Stella ai lati. La mezz’ala di casa al limite ciabatta fuori del palo di destra per non servire compagni finiti in offside. Al 10’ la rete che decide la gara. Tomassoni riconquista palla sulla trequarti. Stella al suo fianco porta via il proprio uomo di riferimento, Tomassoni così nell’uno contro uno supera l’avversario, converge al centro e dai 20 metri calcio in porta. Proietti sembra esserci ma la mano di richiamo non devia il tiro, sfiora la sfera che finisce in rete.

La risposta casciana al 20’ con Gramaccioni che dalla distanza manda alto sulla traversa. Al 30’ cambia binario la gara. Amadei trova un esagerato secondo giallo a Falzone e la Ducato rimane in inferiorità numerica. Prova il forcing il Cascia ma Cimarelli non corre pericoli.

Nella ripresa la Ducato punge in contropiede al 4’ Kola dal fondo impegna Proietti in una deviazione che Maulini allontana. Al 12’ Tomassoni da fondo campo serve al centro ma né Stella né Kola trovano i tempi giusti per ribadire in gol. Al 15’ un tito di Paci passa un metro dal palo destro avversario. Al 22’ Buccioli da sinistra trova in area Rosati sul secondo il tiro supera Pazzogna e trova la deviazione di Cimarelli. Al 30’ una sforbiciata di Coccia costringe Cimarelli ad arretrare di un paio di passi e bloccare la sfera sotto la traversa. Al 48’ sta per infiocchettare la sua magistrale esibizione Sbardellati: su cross di un indemoniato Kola calcia d’interno e sfiora l’incrocio dei pali sinistro.

Contestato dalle due tifoserie Amadei. Qualche perplessità sui cartellini (qualcuno manca altri sono eccessivi) ma nelò complesso non ha arbitrato male una partita dall’alto coeficiente di difficoltà.

SPOGLIATOI: Sicuramente dispiaciuto Carlo Mollaioli: “abbiamo fatto una buona gara abbiamo perso per un gol forse evitabile e non siamo riusciti a raggiungere il pareggio nemmeno in superiorità numerica. Ovvio i complimenti anche alla Ducato non si occupa quel posto in classifica per caso”.

Fausto Ricci sottolinea “la prova di carattere” dei suoi. In inferiorità numerica la squadra ha reagito come sa reagire un gruppo unito. Ci si deve allenare anche se non si gioca per farsi trovare pronti quando è necessario. È questa la forza della Ducato. In questo modo poi possiamo vedere le belle prove di Sbardellati. I giovani crescono: la forza della Ducato”.

DUCATO – CASCIA 1-0 (1-0) – angoli 3-4 (2-0) – recuperi: 2’ e 4’

DUCATO: Cimarelli 7; Sbardellati 8, Pazzogna 7; Falzone 5, Arcangeli 7, Raspa 7; Stella 7 (35’st Rossi sv), Paci 7, Kola 7, Tomassoni 7 (24’st Settimi 7), Fedeli 7. A disp.: Mariani, Toppo, Pontani, Porcedda, Allegrini  All.: Fausto Ricci 7

CASCIA: Proietti 5; Maulini 6,5, Cucci 5; Lombardi 6,5 (40’st Protasi sv.), Eresia 7, Di Salvatore 6,5 (10’st Coccia 6); Rosati 6,5 (30’st Argenti sv), Gramaccioni 6,5, Gesuele 6, Pirrò 6 (14’st Buccioli 6,5), Mercuri 6 (5’st Giulivi 5). A disp.: De Luca, Benedetti, Protasi, Buccioli. All.: Carlo Mollaioli 7

ARBITRO: Alessio Amadei di Terni 6,5. Assistenti: Angelo Micucci e Vladimir Bientinesi di Terni

RETI: 10’pt Tomassoni

NOTE – espulso al 30’pt (doppia ammonizione) Falzone. Ammoniti: Stella, Proietti, Maulini

 

 

ducatocascia


Commenti


Contatti

Redazione: info@spoletosport.it

Telefono: 347 2412179

Spoletosport su Facebook

Editore

Associazione Anteprima

Via Nursina, 32 - 06049 Spoleto (PG)

P.IVA 02616290546

Farmacia di turno & Meteo

Farmacia di turno: Farmacia AmiciPiazza Giuseppe Garibaldi, 3 - 06049 Spoleto (PG)

[ywsc]