Menu sport


(stefano gobbi) – A Lugnano in Teverina contro l’Amerina, la Clitunno ha ottenuto una vittoria importante che le ha permesso, dopo due pareggi, di riassaporare il buon sapore della vittoria e, più importante, di riconquistare la vetta della graduatoria.

La formazione bianco azzurra è piaciuta al suo tecnico Fabrizio Giusti proprio nel momento della difficoltà. Lo svantaggio iniziale aveva ingenerato negli sportivi presenti attimi di paura. La squadra invece:ha mostrato di conoscere appieno i propri mezzi e la capacità di essere ben concentrati sul risultato da raggiungere”.

Archiviata la partita contro l’Amerina, il lavoro settimanale è finalizzato alla prossima gara interna contro il Viole. La formazione di Ramon Buffa proprio domenica scorsa nella sconfitta casalinga contro il Campitello, ha perso il primo posto in graduatoria e si presenterà al Conte Ròvero senza due pedine fondamentali come Fabio Fronduti ed Alberto D’Onofrio squalificati dal Giudice Sportivo. Ma che pensa mister Giusti del match di domenica? In settimana il tecnico campellino è stato chiaro incontreremo una squadracertamente molto diversa da quella di Coppa Italia di Promozione dove ci siamo giocati il passaggio del turno. Certo è vero che il Viole ha iniziato tardi la preparazione e l’obiettivo principale era la salvezza ma se dopo 6 giornate ti ritrovi primo in classifica, acquisisci tanta forza morale e ‘ti arrabbi’ se perdi come hanno perso contro il Campitello”.

Sarà un match spigoloso, combattuto dove emergeranno le qualità di formazioni protagoniste di questa prima parte della stagione.

In casa Clitunno probabile il rientro di Calamita e Conti (goleador domenica scorsa) si accomoderà in panchina come prima riserva. Ancora alle prese con i postumi dei problemi fisici Paci e Rossi che proprio in questi giorni hanno ripreso gli allenamenti. Probabile formazione: Cimarelli; Lucentini, Campana; Salvucci, Bucciarelli, Rosi; Gjinaj, Santoni, Calamita, Cavadenti, Kerjota.



Commenti