Menu sport


Neve al nord, neve al centro ed al sud, ma sull’Appennino marchigiano vento e alte temperature non permettono di sciare e cosi gli atleti dello Sci Club Spoleto e degli altri Sci club del CUM sono stati costretti a rinviare l’esordio stagionale.

Sabato 6 e domenica 7 gennaio a Bolognola erano previste le prime due gare, che avrebbero aperto ufficialmente il calendario Cum. A causa dell’assenza della neve però gli organizzatori dello Sci Cai Macerata sono stati costretti a rinviare lo slalom speciale e lo slalom gigante (validi per il 3° Trofeo Scheggia) riservati a tutte le categorie (da baby a senior, maschile e femminile).

Ora il calendario del Cum prevede sempre a Bolognola per i prossimi due fine settimana (13-14, 20-21 gennaio) il doppio appuntamento con il Trofeo Pulcini, riservato alle categorie baby e cuccioli. La speranza e che per quelle date la neve torni ad imbiancare anche le piste di Bolognola. A sperarlo sono anche gli addetti ai lavori dello sci Club Spoleto, coordinati dal Presidente Pietro Morichelli, che quest’anno hanno anticipato alla fine di gennaio il Trofeo Angelini Paroli. La gara di slalom gigante si dovrebbe tenere il 28 gennaio a Bolognola, ma per il momento è impossibile dire se la data è confermata.

Nel caso la neve non dovesse cadere gli atleti del Cum potranno ripiegare su slalom e gigante previsti il 27 e 28 gennaio a Campo Felice ed organizzati dal comitato Lazio-Sardegna.

Lo sci alpino di Umbria e Marche, anche in seguito al terremoto dello scorso anno sta vivendo un momento particolarmente difficile. Ad oggi rimangono aperte solo le stazioni di Sarnano e Bolognola, prive di impianto di innevamento artificiale. Oltre a non poter disputare le gare inserite nel calendario Cum gli atleti per potersi allenare sono costretti a dover emigrare in Abruzzo.

La speranza è che le istituzioni accelerino i tempi, sia per riapre le stazioni sciistiche danneggiate dal sisma, sia per avviare i progetti per l’istallazione degli impianti di innevamento artificiale. Tutto ciò anche per rilanciare l’attività agonistica dei vari sci club che compongono il Cum, che ormai da diversi anni, a causa delle condizioni metereologiche, sono costretti a posticipare l’inizio della stagione almeno di un mese.

 



Commenti