Menu sport


A porte chiuse, ma in diretta internet, le emozioni al “Marco Simoncelli” non sono comunque mancate, in un “National Trophy 2020” che mantiene la sue promesse quanto a spettacolo.

600
Abbiamo visto due gran confronti, tra Pusceddu e Magnoni per la prima posizione, e tra Pontone e Farinelli per il podio. Al settimo giro il guasto che ha tolto di gara Roberto Farinelli in un nuvola d’olio alla fine del rettilineo di partenza. Al giro successivo l’altro colpo di scena, la caduta di Michele Magnoni alla Misano due, mentre stava preparando l’attacco.
E’ quindi rimasto solo al comando Emanuele Pusceddu, autore di una gara impeccabile, nonostante avesse alle spalle un pilota del calibro di Magnoni, c
ampione in carica del National. Questi, comunque, dopo la scivolata è rientrato in pista ha concluso 18. ma con il giro veloce in gara.“Ho spinto negli ultimi giri, dopo essere stato attento nei primi. Ho rimediato all’errore del Mugello !”, ha dichiarato il vincitore. Il podio è stato completato da Armando Pontone, che ha risolto i vari sorpassi con Farinelli col guasto di quest’ultimo, e da Andrea Tucci, il quale è stato in grado di salirci vincendo la sfida con Andrea Bolognesi. In classifica generale Farinelli mantiene il comando ma con soli tre punti su Pontone e Bolognesi e quattro su Pusceddu. Bel quinto posto per Simone Saltarelli, primo dei giovani. Ottima prestazione anche da Eccheli, settimo, primo degli over 35.

1000
Prima del via un minuto di silenzio in griglia in ricordo di Alessandro De Momi, pilota del National Trophy, scomparso pochi giorni fa a causa di una malattia. Il racconto della gara si sintetizza nel contatto dell’ultimo giro: il fuggitivo Flavio Ferroni è stato raggiunto da Agostino Santoro, si sono toccati al curvone Bellaria, Ferroni è caduto, Santoro è andato largo e si sono così spalancate le porte della vittoria a Luca Maurizo Salvadori che era terzo, avendo recuperato ad una cattiva partenza. Secondo Simone Saltarelli, sempre in lotta nel gruppo di testa e terzo Santoro che è riuscito a concludere sul podio. Dopo una pessima partenza Fabrizio Perotti ha ottenuto il quarto posto in rimonta. Bravo anche Lorenzo Lanzi, ex pilota del mondiale 250 e superbike, che ha recuperato anche lui da dietro, raggiunto il gruppo di testa ed ottenuto il quinto posto. Ferroni ha rialzato la moto e finito la gara al decimo posto. In campionato Santoro è ora primo con 13 punti su Saltarelli e 15 su Gamarino che oggi è caduto.

I premi messi in palio dalla STM frizioni (“STM best lap”) sono stati consegnati a Magnoni (1’39”766 nella 600) e Santoro (1’36”965 nella 1000).

Nelle classifiche di categoria si sono affermati:
600 amatori – Giovanni Calvo, 600 under 23 – Simone Saltarelli, 600 over 35 – Davide Eccheli
1000 amatori – Nicola Scagliarini, 1000 under 23 – Alessio Terziani, 1000 over 35 – Lorenzo Lanzi

Prossima gara ad Imola dal 4 al 6 settembre. Si tornerà alla doppia gara, dopo l’unica parentesi stagione a gara unica, qui a Misano.



Commenti