Menu sport


I tifosi hanno dimostrato il proprio affetto nei confronti del playmaker spoletino della Reale Mutua Torino Alessandro Cappelletti, che a suon di like, due settimane fa si è aggiudicato il titolo di Italian King of serie A2, ma le vittorie di Cappelletti non sono solo virtuali e numeri e statistiche lo incoronano miglior play italiano del girone ovest e uno dei migliori italiani di entrambi i gironi.

La strada per raggiungere la tanto ambita promozione in A1 era ancora lunga, ma visto l’esito della prima fase del girone ovest del campionato di A2 di pallacanestro è indubbio che la Reale Mutua Torino sarebbe stata tra le assolute protagoniste del gran finale di stagione. Se la A1 non è arrivata sul campo potrebbe arrivare comunque perché la Lega ha deciso di portare il numero delle squadre della massima serie di pallacanestro italiana da 17 a 18 squadre e la prima società ad essere ripescata sarebbe proprio la Reale Mutua Torino, “preferita più per bacino d’utenza, impianto e tradizione – scrive La Stampa – che per il primato nel girone Ovest di A2:

I piemontesi comunque prima dello stop forzato per l’emergenza Coronavirus erano in vetta alla classifica con 36 punti su 25 partite disputate e l’accesso alla fase finale dei play off-promozione era praticamente scontato e uno dei protagonisti della regular season è stato sicuramente proprio Alessandro Cappelletti e a confermarlo sono numeri e statistiche della Lega.

Il play spoletino cresciuto nella Giromondo ha disputato 22 partite, per 610 minuti complessivi giocati, realizzando ben 234 punti, battendo il suo record personale di 231 punti (30 partite) della stagione 2015/2016, quando difendeva i colori di Omegna in A2. Il giocatore della Reale Mutua Torino vanta una media dell’83% nei tiri libero con 45 canestri realizzati su 54 totali, 64% nel tiro da 2 e 35% nel tiro da 3. 88 sono i falli subiti contro i 64 commessi, 111 i rimbalzi complessivi di cui 96 in difesa. Cappelletti in 22 partite ha recuperato 40 palle con una media di 1,8 a partita. Dato che gli permette di conquistare il 5° posto assoluto nella speciale classifica della percentuale delle palle recuperate. Ben 89 sono invece gli assist totali (8° posto nella speciale classifica) con una media di 4 a partita che gli vale il 6° posto nella classifica “Media assist”.

Nella speciale classifica della valutazione tonale Cappelletti è il miglior play italiano del girone ovest ed il terzo miglior giocatore italiano. Con ben 344 punti in 22 partite lo spoletino occupa il 18° posto assoluto, meglio di lui solo Niccolò Martinoni del Casale Monferrato (455 in 25 partite) e Andrea Ancellotti del Latina con 369 punti in 24 partite. Se si prende in considerazione anche il girone Est Cappelletti è il quarto miglior playmaker italiano dietro a Gherardo Sabatini dell’Urania Milano con 390 punti in 26 partite, Stefano Bossi (Orzinuovi) 360 punti in 22 partite e Davide Bonacini del Montegranaro con 347 punti in 24 partite.

Sono i numeri a confermare la qualità di un giocatore di 24 anni che dopo l’esperienza con la Virtus Bologna merita di tornare a calcare i parquet della serie A1.

 

 

 

 



Commenti