Menu sport


Con il pranzo di domenica, che permetterà ai soci ed alle loro famiglie di scambiarsi gli auguri natalizi, festeggiando anche successi e risultati dell’anno che sta volgendo al termine, si chiude ufficialmente il 2019 del MTB Club Spoleto; un anno scandito, come sempre, da tante iniziative, in cui tutti i soci si sono distinti non solo pedalando, ma anche facendo da supporto alle tante realtà che coinvolgono il ciclismo e non solo.

Il club guidato dal presidente Luca Ministrini vuole chiudere l’anno, ponendo l’accento su un ramo dell’attività che sta dando molte soddisfazioni, quello della Scuola Federale, sbarcata da poco anche nel ciclocross. A guidarla, con la solita caparbia e generosità, sono Maurizio Mariani (il popolare Urmu), Riccardo Ridolfi (campione italiano di triathlon ex atleta del club, ma nuovamente coinvolto nelle sue iniziative) e Luca Giampiccolo (delegato al settore cross-country).

“Siamo orgogliosi di affermare – dice proprio Giampiccolo – che stiamo creando, grazie al supporto di tutto il club, ma anche delle famiglie dei ragazzi, una squadra di atleti giovani, sempre più variegata e che, con il loro impegno, punta a diventare un progetto importante per tutto il territorio”

E non è solo uno scopo sociale…

“Stanno arrivando anche ottimi risultati, che ci incoraggiano ad andare avanti: abbiamo messo in bacheca due titoli regionali, uno con Cardarelli nel cross-country ed uno con Pratelli nell’enduro; e poi c’è Coricelli che ha fatto addirittura doppietta, con il titolo provinciale sia nel cross-country che nel ciclocross. In due anni non è assolutamente poco e questo ci è di buon auspicio per un 2020 ancora migliore dal punto di vista delle soddisfazioni per noi, ma anche per chi ci sostiene, in particolar modo gli sponsor; senza dimenticare che il nostro impegno andrà sempre di più per ripagare la fiducia che i genitori ripongono in noi”.



Commenti