Menu sport


Sentiamo  di varie squadre che riprenderanno o hanno appena ripreso la preparazione dopo pause lunghissime, c’è qualcuno che non si è quasi mai fermato, sono le ginnaste della Fenice, che fra stage tecnici nazionali federali come Desio e Cervia, o stage societari come a Fano, hanno continuato l’attività fino ai primi di agosto anche a Spoleto, per entrare ora in un periodo di riposo, ma pronte per ricominciare nei prossimi giorni.

La società spoletina, probabilmente la più grande del nostro comprensorio con oltre 500 tesserati fra ginnastica ritmica e artistica, chiede anche più spazio per allenarsi, per poter mantenere i risultati raggiunti in questi anni che hanno portato due loro ginnaste, la Stefanescu prima e la Duranti poi, a fregiarsi del titolo mondiale nella gara di squadra e ad arrivare fino alle Olimpiadi, Londra con Stefanescu e a Tokio il prossimo anno con la Duranti.

Campionati Mondiali che la Duranti, entrata a far parte da pochissimo dell’Aereonautica Militare,  affronterà di nuovo fra poco più di un mese a Baku in Azerbaijan mentre proprio oggi e domani sarà impegnata a Minsk  con le compagne di squadra per la World Challenge Cup.

Ginnastica ritmica in grande spolvero, con sedi aperte anche a Campello, Vallo di Nera, Sellano e Norcia, ma con una sezione di artistica che comincia a farsi largo con grandi ambizioni, queste ambizioni sportive hanno però bisogno di spazi ed attrezzature che non possono essere sempre spostate, parliamo delle parallele asimmetriche, la sbarra, le varie pedane attrezzature ingombranti, che la Società si è comprato nel corso degli anni, spendendo cifre notevoli con il solo obiettivo di crescere in continuità, scegliendo come base la palestra di S. Martino in Trignano.

Dai primi di settembre prenderanno il via le iscrizioni per i nuovi corsi per la nuova stagione. (Nella foto le tecniche Laura Bocchini ed Ivelina Taleva)



Commenti