Menu sport


Con Riccardo Tini e Filippo Bartoli l’Atomika è quasi al completo. Ok anche dai due mancini classe ’98, ormai parte integrante dello zoccolo duro bianconero. Per loro, una stagione, l’ultima, da protagonisti, e l’intenzione del direttivo di aumentarne costantemente l’importanza nello scacchiere di Peron. In uscita dalla panchina, sia Tini che Bartoli hanno spesso girato l’inerzia con impatto immediato e ora si preparano a migliorare ulteriormente il loro apporto. Tini, ala/centro alla quarta stagione in bianconero, ha dimostrato di essere utile in più modi garantendo concretezza in area, Bartoli, guardia rientrata l’anno scorso dalla Giromondo, ha chiuso più volte attorno ai 20 punti realizzati con punti pronto uso e un’efficacia notevole dall’arco oltre al ritmo alto. Con loro sale a 9 il numero dei giocatori confermati dall’Atomika per il nuovo assalto alla serie D.

 

 

 



Commenti