Menu sport


Si conclude più che positivamente la spedizione degli under 15 Giromondo al Torneo di Porto San Giorgio, perfettamente organizzato dagli amici Sara Ficiarà e Lorenzo Ripa. Cinque intensissimi giorni in cui alle altrettante tiratissime gare si sono alternati momenti di grande divertimento, con tuffi in piscina, bagni al mare, passeggiate in bici, pericolosissimi per i poveri passanti giri in risciò, gelati, pesce e tutto quello che una vacanza al mare può offrire, compreso l’immancabile flirt estivo. Ma Marzullo, particolarmente attivo nei dopocena, e gli altri, hanno sempre risposto presente sul campo, conquistandosi il rispetto e la simpatie di tutte le altre squadre e di qualche notabile eccellente presente a Porto San Giorgio nei giorni del Torneo. Uno su tutti Luigi La Monica, arbitro internazionale che nella sua lunga e luminosa carriera ha diretto gare alle Olimpiadi, in Eurolega, finali scudetto.
Per la cronaca arrivo e subito vittoria larga su Tolentino, poi il giorno dopo grande prestazione di Gauzzi e compagni con il Petrarca Padova, seconda nel Veneto in campionato, alla quale i Giromondini sono rimasti attaccati fino a tre dal termine. Pomeriggio altra sconfitta con Roseto, fresca partecipante alle finali Nazionali: solo otto i punti a separare le due formazioni, con gli spoletini visibilmente provati dalle fatiche del mattino con i veneti. Il giorno dopo vittoria al fotofinish con Civitanova e terzo posto nel girone che apriva alla finale 5°- 6° posto del giorno successivo. Sant’Elpidio ha retto per due quarti, poi la Giro ha allungato trovando la sicurezza del più sedici a tre dalla fine conquistando un più che positivo quinto posto tra le dieci contendenti. Contentissimi di questa esperienza i ragazzi, che hanno vissuto un modo nuovo e completo di vivere il basket, i genitori che a turno e in varie riprese sono venuti  a sostenerli e tutta la dirigenza e lo staff tecnico della Giromondo che ha fortemente voluto proporre ai ragazzi questa avventura, grande occasione di crescita tecnica e umana.
Foto basketinside.com


Commenti