Menu sport


Ad una settimana dall’evento organizzato dal Moto Club Campello, si possono tirare le somme delle finali del Campionato Italiano di Racing Quad, un bilancio a tutto tondo che i responsabili del club manifestano con grande soddisfazione.

“Abbiamo ricevuto veramente tanti complimenti – dice il presidente Marco Mistò – da parte dei responsabili della Federazione Nazionale, che hanno definito la nostra gara come una delle migliori mai organizzate. Siamo orgogliosi di questo, anche perché non sono parole di circostanza, visto che ci è stata chiesta la disponibilità di ospitare un evento anche per la prossima stagione”.

Da persone che non vogliono fare il passo più lungo della gamba, ancora non è stata data l’adesione; in attesa di un consuntivo di questa edizione che non dovrebbe, comunque, riservare sorprese.

“Ci siamo impegnati con grande passione e dedizione per il nostro esordio in qualità di organizzatori – continua Mirtò – e c’era anche un pizzico di apprensione, ma, vista la partecipazione all’evento e le reazioni di sorpresa per la sua riuscita, non possiamo che tracciarne un bilancio positivo. Questo è lo spirito giusto per potersi consolidare, crescendo in quantità e qualità”.

Grande è stata anche la sinergia con le istituzioni che non hanno fatto mancare il loro appoggio, sia prima che durante la due giorni di gara.

“Abbiamo veramente sentito la vicinanza del Comune di Campello – afferma il vice-presidente Giancarlo Pioli – e ne è stata evidente testimonianza la presenza costante del sindaco Calisti, che ha potuto vedere coi propri occhi quanto movimento si possa creare intorno ad un evento del genere. Anche per questo ha detto che non ci farà mancare il suo sostegno per le prossime iniziative e che ci darà una mano per trovare un terreno adatto per una mini scuola-quad, dedicata ai più piccoli”.

E lo spazio ai più piccoli è stato uno degli eventi di contorno più riusciti, con i classici gonfiabili, ma anche con la possibilità di confrontarsi con i piccoli mezzi a motore sotto lo sguardo vigile di un istruttore qualificato; e, vista la grande affluenza, sono rimasti soddisfatti anche gli espositori ed i camion dedicati allo Street Food.

Una cittadina come Campello ha confermato, ove fosse servita un’ulteriore conferma, la propria grande predisposizione alla ricettività ed alla accoglienza.

Sicuramente noi abbiamo portato un evento utile a muovere l’economia del territorio e l’indotto è un’ottima base di partenza per programmare il futuro di questa manifestazione come di altre; ma è anche vero dobbiamo ringraziare le strutture ricettive per come ci hanno appoggiato in modo incondizionato: il loro contributo è stato determinante per la riuscita della due giorni e, molto volentieri, condividiamo gli attestati di stima ricevuti anche con loro”.

Insomma il 2020 del Quad è già qui…



Commenti