Menu sport


E’ con orgoglio indescrivibile che l’Asd Diego Bartolini “Club La Sfida” annuncia il nuovo presidente del sodalizio sportivo. Dopo anni di competente e oculata gestione da parte della presidente uscente Alexandra Almon, che resta nel direttivo con incarichi più che mai operativi, al timone del Club è stato eletto il giornalista Rosario Murro (nella foto con l’ex campione del mondo Gianfranco Rosi). Già consigliere – nel 2003 – del Gruppo Ussi (Unione stampa sportiva italiana) dell’Umbria, il neopresidente è anche direttore della testata online www.ilgiornaledellosport.net.

Un uomo di comunicazione e di sport, Murro, che tra l’altro ha nelle vene la nobile arte: suo padre Giuseppe, infatti, è stato campione italiano dei pesi Piuma nel 1938, al culmine di una brillante carriera con 40 incontri dei quali 38 vittorie e 2 sconfitte, prima di appendere i guantoni al chiodo e allenare a Napoli, nella storica palestra di via Santa Caterina nel quartiere Chiaia, sotto la supervisione del mitico Steve Klaus.

Con un padre così, la strada del piccolo Rosario non poteva che incrociare quella del ring sin da bambino: da subito, infatti, cominciò a frequentare la palestra del padre cimentandosi col sacco e il pungiball, divenendo in breve la mascotte tre i pugili allenati dal padre campione. Alla fine mamma Annunziata Oliva (anche il cognome della madre presagio di guantoni, corde e sudore) si oppose alla passione del ragazzo, il che non è comunque bastato a cancellarla.

E infatti, pur essendo trascorsi tanti anni da quel 1938 che vide Giuseppe Murro incoronato campione, italiano, la febbre della boxe infiamma ancora il presidente Rosario, che conserva gelosamente molti cimeli del padre, compresi i guantoni indossati in quella mitica finale a Ischia.

Presidente, perché ha accettato questa carica? “E’ stata una vera sorpresa. Alla telefonata del   maestro Valentino Giacomelli ho risposto subito di sì. La passione per il pugilato è stata sempre forte in me, sin da ragazzo. La  boxe ti insegna a vivere, a superare le difficoltà, ti addestra al dolore: forma il carattere, insegna a resistere a tutti i ‘colpi mancini’ della vita, ti tempra, ti rende più forte sotto tutti gli aspetti. Reputo il pugilato una disciplina sportiva che integra al meglio il  percorso formativo di qualsiasi persona, a prescindere che salga effettivamente sul ring oppure si limiti alla preparazione atletica, assorbendo la filosofia che fa del pugilato uno sport davvero unico. Per me – conclude Murro – è stato un onore calarmi in questo nuovo ruolo, che mi fa rappresentante dell’Associazione, dei suoi atleti e del suo direttivo e che mi ha permesso, grazie al nostro tecnico Valentino Giacomelli, di conoscere da subito uno dei più grandi nomi della boxe a livello internazionale: il maestro Franco Falcinelli”.

 

Spoleto, 28 luglio 2020

Asd Diego Bartolini “Club La Sfida”



Commenti