Menu sport


“Aveva sempre la battuta pronta, teneva su il morale a tutti”. Sentito e commovente ricordo del Commissario Tecnico della nazionale italiana di ciclismo Davide Cassani dell’amico collega Francesco Cesarini, noto ciclista spoletino scomparso il 10 febbraio scorso all’età di 58 anni. Il Ct Azzurro ieri pomeriggio è intervenuto nella diretta streaming della Spoleto-Norcia condotta una uno spigliatissimo Luca Ministrini.

MINISTRINI
Poco prima dell’inizio della pandemia (10 febbraio) è venuto a mancare un tuo collega Francesco Cesarini e in quell’occasione hai scritto un toccante ricordo di Francesco sulla tua pagina facebook: “Una vita da gregario la sua, ma di quei gregari che tutti vorrebbero e che fanno grandi i campioni.” Tu che lo hai conosciuto, ricordalo a noi spoletini

CASSANI
“Era un ragazzo dalla simpatia innata, un po’ come Michele Scarponi, aveva sempre la battuta pronta, poi quell’accento umbro lo rendeva ancora più simpatico. Aveva sempre la battuta pronta, tralatro era forte, tra i dilettanti ha vinto un giro d’Italia, mi ricordo che fu azzurro al campionato del mondo è stato azzurro anche tra i professionisti, mi ricordo in Giappone mi sempre che fosse anche in fuga in quel campionato del mondo. Tra l’atro pedalava anche in un modo abbastanza strano, di punta ed era forte, fortissimo. Ha corso all’Arioseta prima che arrivassi io, dopo lui cambiò squadra, è stato uno dei più fidati compagni di squadra anche di Giuseppe Saronni. Quando ho sentito della sua morte ci sono rimasto malissimo perchè non sapevo che stesse male. Lo avevo sentito mesi, molti mesi prima, mi raccontava del suo negozio a Terni, ogni tanto ci sentivamo, posso dire che era veramente una persona simpatica, teneva sempre su il morale a tutti.”

 

https://www.facebook.com/watchparty/273444140453033/?entry_source=USER_TIMELINE

 

 

 

 

 



Commenti