Menu sport


Riceviamo e pubblichiamo una nota del Consigliere Comunale Roberto Settimi (ex delegato allo sport della Giunta Cardarelli-Bececco) che in seguito ad un articolo di spoletonline.com interviene per fare chiarezza sul progetto di riqualificazione della pista di atletica. Di seguito il testo integrale:

Vorrei portare a conoscenza del mondo sportivo questo increscioso fatto, è uscito su un giornale online un articolo a firma di Renzo Berti, dove si fa una ricostruzione fantasiosa sul mancato finanziamento del Bando Sport e Periferie del 2017, questo l’articolo. http://www.spoletonline.com/165154/Pista-di-atletica-leggera-devastata.-La-verita’-del-Coni-sul-mancato-finanziamento-del-bando-‘Sport-e-periferie’

Mi spiace solo ricordare che per inoltrare la partecipazione a quel bando, essendo prossima la scadenza, la giunta si riunì velocemente, proprio il giorno del funerale del nostro caro Sindaco, che da buon mezzofondista, amava come pochi quel progetto che gli proposi.

Il bando del CONI Sport e Periferie, al quale partecipò il Comune di Spoleto, amministrazione Cardarelli, aveva scadenza 15 dicembre 2017. Il bando per la riqualificazione della pista di atletica, del valore di 1.000.000,00 di €, di cui 200.000,00 di cofinanziamento, prevedeva il rifacimento di tutta la pista di atletica, la realizzazione di una tribuna da 600 posti, la realizzazione di 4 torri faro per le gare in notturna, l’abbattimento di ogni barriera architettonica e la realizzazione di una palestra sulla zona d’ingresso nel lato Palazzetto dello Sport. Il progetto richiamava quello recentemente fatto ad Udine, e quello iniziale, già esistente, ma mai concluso della pista di atletica di Spoleto. Tutto fu fatto in virtù del bando CONI, che dava priorità ed importanza alla maggior presenza di discipline olimpiche, (per questo la costruzione della palestrina per la boxe che aveva l’intento di aumentare la pratica delle discipline olimpiche e la multidisciplinarietà dell’impianto, non certo quello di fare lievitare i costi),  alla popolazione residente, alla presenza di un cofinanziamento, ed aveva l’intento di dare un aiuto concreto ai Comuni rientranti nell’area del cratere nei terremoti 2016 e 2017. Importo massimo finanziabile €. 2.000.000,00 (altro che i 500.000,00 menzionati nell’articolo). Eravamo pienamente in tutti i criteri del bando, che facemmo anche controllare dal personale di sport e periferie del CONI.

Il progetto, ovviamente per dovere istituzionale e non solo per conoscenza e cortesia, fu visionato anche dal CONI Regionale, nessun mistero, io stesso lo spiegai al presidente e insieme decidemmo di aggiungere la palestra, a livello nazionale il progetto aveva tutti i requisiti per essere ammesso a contributo.

Nessuno al CONI, aveva promesso che sarebbe  stato finanziato, non sarebbe stato possibile, ma che aveva molte chances, questo si, e la delusione per non vedere poi il progetto nella graduatoria dei finanziati fu tanta, ma nessuno della nuova amministrazione ha chiesto delucidazioni.

Nel frattempo, il CONI Servizi fu sostituito dal 1/6/2018 dal Governo, con Sport e Salute S.p.a., la graduatoria uscita in ottobre, infatti non portava la firma del Presidente del CONI, ma quella di Giancarlo Giorgetti sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri con delega allo Sport. Come avrete sicuramente possibilità di leggere nel DPCM nella graduatoria figurano interventi ben superiori ai nostri 800.000 mila €. richiesti. Per rimanere intorno ai nostri abitanti, Crema per un impianto di ciclismo otterrà 1.832.000,00 €., Taviano in provincia di Lecce, 12.000 abitanti avrà 864.500,00 € per un impianto di calcio, Macerata 1.900.000,00, ma ce ne sono tantissime che arrivano ai 2.000.000,00. Per l’Umbria figurano Allerona 380.000,00 €, Castel Giorgio 355.110,00 €, Montefranco 400.000,00 €, Otricoli 127.000,00 €, Porano, 84.000,00 €, Preci, 400.000,00, Sant’Anatolia di Narco 400.000,00 €.

Questa è la realtà dei fatti, bastava chiedere senza andare a cercare fantasmi o chissà quali scheletri nell’armadio, o incompetenze varie.

Tanto dovevo per opportuna conoscenza dei fatti.

Cordialmente, Roberto Settimi

Per ulteriore completezza alleghiamo il bando del CONI.

https://www.coni.it/it/piano-sport-e-periferie/nuova-comunicazione-del-coni-8-novembre-2017.html

 



Commenti