Menu sport


“Per me la pallavolo è una passione, guardo la palla tra le mie mani e la sento mia. In campo viene fuori il mio carattere, il mio desiderio di non voler perdere, è un po’ come scendere in battaglia, in guerra. La pallavolo è quella cosa in cui mi sento più me stesso e la continuerò a fare fin quando non mi stancherò di giocarla quindi pronti perché non penso che mi stancherò mai di giocare a questo fantastico sport.”

Sono le parole che il giovane palleggiatore 13enne di Spoleto Marco Stambuco (foto) scriveva su facebook tre mesi fa poco prima di iniziare la nuova avventura con la maglia delle giovanili della Lube Civitanova campione d’Italia.

Ebbene il giovane spoletino, cresciuto nelle giovanili della Marconi Monini, già balzato sulle cronache nazionali per essere il più giovane giocatore della storia del campionato di serie A2 maschile, nel fine settimana ha vinto la sua prima “battaglia” di squadra e personale.

La Lube Civitanova si è aggiudicata (per il secondo anno consecutivo) la vittoria del torneo riservato alla categoria under 14 nella 35^ Sanremo Volley Cup. I giovani marchigiani allenati da Coach Matteo Zamponi, dopo aver superato piuttosto agevolmente la fase di qualificazione in finale hanno battuto per 2 a 1 i campioni d’Italia 2018/2019 del Brugherio.

Per il talentuoso palleggiatore spoletino però la soddisfazione è stata doppia. Gli organizzatori lo hanno premiato anche come miglior giocatore del torneo.

Meglio di così era difficile iniziare.



Commenti