Menu sport


(stefano gobbi) – La sconfitta di Marsciano ha complicato ulteriormente la situazione di classifica. La Ducato deve fare necessariamente punti per risollevarsi da una situazione che settimana dopo settimana si va complicando. Margini di recupero ce ne sono ma il problema non è tanto la classifica quanto la saluta psicologica della squadra che sembra avere smarrito la certezza nel lavoro settimanale e nella gara.

Di questa situazione ne parliamo con Lucio Stella il collaboratore tecnico di Ezio Brevi:

La sconfitta di Marsciano riporta la Ducato sottoterra.
“Si, una sconfitta che non ci è piaciuta, per il modo in cui è maturata. Da questa partita ci aspettavamo una grande reazione, visto come era andata la partita di Coppa. Con Ezio – (Brevi ndr) – abbiamo stimolato molto l’aspetto mentale e quindi la necessità di dimenticare il risultato di Coppa e prendere l’aspetto positivo, ossia di aver fatto un ottimo percorso e di essersi giocata la finale fino all’ultimo respiro. Invece la squadra preso il goal con l’ennesimo “infortunio” ha perso determinazione per gran parte della gara per poi riprendere iniziativa solo negli ultimi dieci minuti. Ci potevano stare mille scusanti: l’infortunio di Giuliacci e Pergolesi. Indisponibilità di Msahel e Tomassoni e Piantoni dopo 10’ minuti e in panchina Quaglietti e Cavitolo freschi di recupero da infortunio ma l’atteggiamento doveva essere diverso”.

Domenica a contro l’Ellera diventa una partita decisiva.
“Domenica è un’altra partita difficile, con una squadra in difficoltà che ha però una rosa importante. Questo campionato è molto competitivo, lo sapevamo, tutte le partite sono super impegnative”.

Come se ne esce da questa situazione?
“Dobbiamo continuare a lavorare sul campo e poi riuscire a trasformare ciò che prepariamo in allenamento per tutta la partita è non solo a tratti o in base allo svolgimento emotivo della gara ed aumentare la soglia di attenzione perché abbiamo subito troppi goal per errori individuali . Poi è vero che la fortuna ci ha girato le spalle (vedi infortuni) ma non vogliamo una squadra che si piange addosso o che fa del vittimismo, noi vogliamo una squadra determinata, arrabbiata e concentrata ad ottenere il risultato”.

La società interverrà sul mercato?
“Per il mercato, è chiaro che la società farà le sue valutazioni, come è giusto che sia, terrà gli occhi aperti e se lo reputerà necessario interverrà”.

La Ducato ha necessità di recuperare fiducia quella fiducia smarrita in partite che erano alla portata dei giallo verdi blu e si sono rivelate ostacoli insormontabili per una squadra che fatica a riconoscersi nelle forti potenzialità che ha.

 

 



Commenti