Menu sport


Cristallizzazione delle classifiche, promozione delle prime classificate di ogni girone (9 gironi), retrocessione delle ultime 4 di ogni girone.

Sono le proposte della LND da sottoporre al prossimo consiglio federale della Figc per stabilire i meccanismi di conclusione del campionato di serie D.

Colpo di scena quindi perché la Lega ha fatto dietrofront sul blocco delle retrocessioni e quindi per lo Spoleto si riaprono le speranze per il salto in serie D. Rispetto a due settimane fa quando si ipotizzava che a salire in serie D fossero solo le prime in classifica dei 28 gironi di Eccellenza di tutta Italia ora si apre uno spiraglio anche per altre squadre perché dalla D con i nuovi meccanismi di conclusione retrocederebbero ben 36 squadre.

Per completare l’organico che prevede 162 squadre per 9 gironi quindi la LND dovrebbe attingere dai ripescaggi. Rimane da capire se per stilare la graduatoria delle società aventi diritto al ripescaggio verrà preso in considerazione anche il risultato del campionato concluso in anticipo (Spoleto al 2° posto dietro alla Tiferno direttamente promossa).

È chiaro però che come da prassi per poter presentare la domanda di ripescaggio la società dovrà disporre di un campo da gioco a norma. Il Comunale con un una serie di piccoli interventi potrebbe comunque essere idoneo per disputare il campionato di serie D, come lo è già stato non più di cinque anni fa.

Alla fine a decidere se presentare la domanda di ripescaggio spetta alla dirigenza coordinata dalla Presidente Principessa Nora Al Saud, ma è chiaro che deve essere supportata dall’intera città ed in primis dall’amministrazione comunale. Per la città di Spoleto si apre una opportunità di riscatto proprio nel mondo dello sport che in questi giorni è stato al centro di varie polemiche.

 

 



Commenti