Menu sport


Alla ripresa degli allenamenti il tecnico dello Spoleto Cristiano Gagliarducci commenta l’esaltante prova dei suoi contro l’Assisi/Subasio. I biancorossi sono tornati alla vittoria disputando forse la migliore prova della stagione e domenica saranno impegnati in casa del Gualdo/Casacastalda in quella che sulla carta semra una partita semplice. Il mister biancorosso invita i suoi a rimanere concentrati e a non sottovalutare l’avversario.

Mister che partita è stata quella contro l’Assisi/Subasio?
“E’ stato un confronto a dir poco perfetto; i ragazzi hanno giocato una partita di alto livello. Tutti insieme siamo riusciti a centrare un ottimo risultato. Come già detto, abbiamo avuto necessità di qualche settimana per “conoscersi calcisticamente” e fare gruppo… per me il calcio non è un gioco”.

Causa qualche squalificato (Pocholo, Kiwobo, Coppola), domenica scorsa ha dovuto improvvisare qualche nuovo ruolo. Come è andata?
“Ad esempio al centrocampo ho posizionato l’attaccante Priorelli. L’avevo provato in settimana e mi era piaciuto; domenica ha eseguito un’ottima partita. L’importante è come i ragazzi riescano ad interpretare la partita: domenica è indubbio che lo hanno fatto al meglio. Spesso nello sport è necessario e utile avere cuore, più che le tattiche”.

Il prossimo confronto è in casa Gualdo Casacastalda, che opinione ha della squadra?
“Gli avversari non sono da sottovalutare. Loro hanno bisogno di punti, noi ne abbiamo ancor più bisogno. Domenica sarà una bella battaglia sportiva”.

 

 



Commenti