Menu sport


Le tv e le radio umbre che seguono il calcio regionale si preoccupano per gli stipendi dei giocatori dello Spoleto, ma non fanno mai alcun cenno riguardo i sacrifici della nuova dirigenza costretta a risanare una lunga serie di debiti lasciati dalle precedenti gestioni.

Subito dopo l’insediamento della nuova dirigenza capitanata dalla Principessa Norah Al Saud è emersa la nota questione relativa alla convenzione per la gestione dello Stadio Comunale, revocata dall’ente a causa di un debito da parte della società di oltre 30mila euro, accumulato dalle precedenti gestioni. Per potersi iscrivere al campionato di Eccellenza inoltre la società biancorossa è stata costretta a chiudere la questione relativa alla vertenza dell’allenatore Scapicchi relativa alla stagione 2017-2018, sborsando quindi altro denaro.

Ora però trapela la notizia di una ulteriore tegola sullo Spoleto. Anche Mister Alessandro Cavalli a quanto sembra avrebbe presentato la vertenza nei confronti dello Spoleto. Il tecnico ternano aveva guidato la squadra nella passata stagione disputando un grandissimo girone di andata, ma alla fine era stato sostituito in panchina da Gennaro Ruotolo. Come dichiarato in più di una occasione dall’ex Presidente Riccardo Ciambottini a saldare i conti con Cavalli sarebbe dovuta essere la vecchia dirigenza. A quanto pare però l’ex allenatore biancorosso non sarebbe stato pagato e quindi sarebbe stato costretto a presentare la vertenza.

Ora però a saldare il conto sarà ancora una volta la nuova dirigenza della Principessa Al Saud che avrebbe già disposto di provvedere per chiudere la vertenza.



Commenti