Menu sport


(stefano gobbi) – Un incontro quasi informale. Un aperitivo. La presentazione di una stagione che ufficialmente prenderà l’avvio al Capitini lunedì 29 luglio alle ore 18,00 al Capitini di S. Giacomo. Chiacchiere in libertà e l’occasione di presentare il progetto 2019/2020 della Ducato Spoleto. Con l’occasione si intavolano le ultime discussione per decidere gli ultimi ritagli al progetto sangiacomese o più in generale per fare il punto sulla situazione pre-stagione 2019/20. Questa è la Ducato. “Lavori in corso” inizia così Stefano Proietti Costa Direttore Generale della Ducato Spoleto e continua “anche se molto è stato fatto per la prima squadra e adesso stiamo vedendo per definire la rosa della juniores”.

Le domande sulla rosa della prima squadra però non accennano a diminuire e così il cronista chiede se si sta pensando ad un terzo centrale difensivo. “Al momento no” afferma di Direttore Generale “pensiamo di verificare in preparazione la situazione e poi decideremo se sarà sufficiente una soluzione interna o il tesseramento di un altro giocatore” (il periodo dei trasferimenti per i dilettanti scade il 13 settembre p.v. – ndr)

Fin qui il Direttore Generale della formazione giallo-verde-blu. La rosa a disposizione al momento di mister Francesco Raggi vede la riconferma tra i pali di Carsetti (01) il ritorno di Lillacci (98) e Desideri (03)

La linea difensiva conferma Pazzogna (99), Pergolesi (00) e Raspa (82) acquisisce l’esperienza di Vincenzo Romani (87 – un ritorno alle origini) e dà spazio a numerosi giovani (J. Stella e Bradley (00); Zeppadoro (01), Bonacci, Skana e Valentini (02), pur non escludendo l’impiego di qualche elemento presente nella rosa di altri settori del campo.

La mediana conferma Quaglietti (85), Piantoni (93), Ammenti (00), Cavitolo (91) Moretti (98), Emili (01) e il giovane Romeo (02) e saluta gli arrivi di Donnola (98 anche per lui un ritorno alle origini) e Giuliacci (90).

In attacco la già collaudata coppia Tomassoni (86), Kola (93) sarà impreziosita da Cardarelli (90) con Maggiolini e Msahel (01) a cercare di carpire i segreti di gioco di queste collaudate bocche da fuoco.

Una squadra interessante e chi meglio di Francesco Raggi allenatore della squadra (col suo vice Lucio Stella) ci può fornire un pensiero ‘tecnico’ sulla stagione che va ad iniziare?

Che stagione si aspetta? Quando potrà dire di avere lavorato bene?

“Mi aspetto una stagione difficile ed impegnativa sotto tutti gli aspetti che andrò ad affrontare con sempre più stimoli e motivazioni. Per poter dire di aver lavorato bene ci vuole serietà e massimo impegno e soprattutto riuscire a trasmettere al gruppo quelli che sono i miei princìpi ed idee. Gli obiettivi si possono raggiungere solo se si lavora con serenità e professionalità non dimenticando mai che le difficoltà nel calcio sono sempre dietro l’angolo.

Ad agosto tutti vincono. Ci sarà un nuovo Foligno? Un ‘Lama’ sorpresa? E chi saranno le squadre temibili?

“Le squadre del nostro campionato sono tutte organizzate e competitive. Sta a noi dimostrare sul campo ogni giorno che possiamo giocarcela con tutti, ad agosto vincono tutti…”

E la Ducato?

“Noi siamo ben attrezzati con un gruppo importante come ha dimostrato lo scorso girone di ritorno. Conto molto sul valore tecnico e umano del gruppo che è rimasto e spero tanto che i nuovi arrivi riescano ad integrarsi al meglio in un gruppo di grande qualità e determinazione”.

Cosa si aspetta dai giovani?

“I giovani sono importanti. Noi ne abbiamo molti interessanti. Devono solo applicarsi con impegno sacrificio e motivazione ed integrarsi al meglio con i vecchi del gruppo”.

Cosa manca nel calcio attuale e che Lei ritiene importante.

“Ci vorrebbe più pazienza e più competenza, un giorno sei bravo il giorno dopo un c………e non c’è equilibrio e questo non va bene per chi lavora con passione, determinazione ed impegno. Inoltre manca sempre più la cultura della sconfitta….ma forse sto chiedendo troppo”

Le nuove regole? Pensi saranno facilmente comprese?

“Nel calcio c’è solo una regola: impegno, stimoli e rabbia agonistica. A tutte le altre regole ci dobbiamo solo adeguare”.

In merito ai giovani cosa vorrebbe aggiungere?

“Spendo ancora e sempre parole di elogio e complimenti per la scuola calcio (della Ducato Spoleto ndr) dove ho avuto modo di conoscere e frequentare persone serie e competenti e con grande passione e serietà”

Questa in sintesi è la Ducato Spoleto 2019/20 sarà un anno di soddisfazioni? Tra dieci mesi lo sapremo. Di sicuro è questa una società che con i circa 500 tesserati punta ad essere protagonista del calcio regionale: dall’Eccellenza all’ultimo torneo dei primi calci

LA ROSA

Portieri: Giacomo Carsetti (01), Luigi Desideri (03), Lorenzo Lillacci (98) – Difensori: Giulio Bonacci (02), Bradley Caelan (00), Mattia Pazzogna (99), Mirco Pergolesi (00), Marco Raspa (82), Vincenzo Romani (87), Ermal Skana (02), Joshua Stella (00), Valerio Valentini (02), Lorenzo Zeppadoro (01) – Centrocampisti: Ammenti Francesco (00), Mattia Cavitolo (91), Jacopo Donnola (98), Gabriele Emili (01), Gian Marco Giuliacci (90), Andrea Moretti (98), Luca Piantoni (93), Emiliano Quaglietti (85), Francesco Romeo (02) – Attaccanti: Alessio Cardarelli (90), Mikele Kola (93), Gian Marco Maggiolini (01), Ayoub Mshael (01), Alessandro Tomassoni (86) – Allenatore: Francesco Raggi – Vice allenatore e preparatore: Lucio Stella

 

NELLA FOTO LUIGINO SANTIROSI E LUIGI PETRINI

 



Commenti