Menu sport


L’Atomika butta il cuore oltre l’ostacolo e forza il quarto di finale con Gubbio alla bella. In un PalaRota bollente i bianconeri sprintano all’overtime dopo essere andati oltre mille ostacoli, la tenacia dell’avversario e diverse decisioni arbitrali contestate in momenti chiave. Dopo la sosta pasquale si deciderà tutto in gara 3.

Peron non ha Sartini e Brozzetti e parte coi fratelli Luzzi e la front-line composta da Di Titta, D’Aquilio e Vantaggioli. L’inizio è positivo, Gubbio risponde poi l’ingresso di Tini imprime la prima spallata. I bianconeri volano sul + 11 ma gli ospiti in qualche modo rintuzzano. Matteo Luzzi guida i suoi, Tini e Di Titta sfoderano una prova gigante ma tutti ci mettono alta intensità.

Pure nel terzo quarto l’Atomika conduce ma Gubbio si mantiene in linea di galleggiamento mentre il confronto si fa spigoloso. I bianconeri gestiscono poi a cavallo tra gli ultimi 2 quarti provano il nuovo allungo. Il vantaggio torna in doppia cifra ma il PalaRota esplode sulla contestata espulsione di Daniele Luzzi. Capitan Matteo si ritrova libero di sparare dall’arco, il difensore in ritardo lo atterra ma gli arbitri non ravvisano alcun contatto e Daniele Luzzi protesta. Gli arbitri perdono la bussola e sanzionano il motorino bianconero con tecnico ed espulsione. Il PalaRota esplode, Gubbio ha liberi e possesso a disposizione, per l’Atomika la botta è forte. I ragazzi di Peron però vogliono vincere a tutti i costi. Dalla panchina allora si alza Alessi che infila subito la bomba pesantissima e risponde. Si va testa a testa fino alla fine ma non basta: al 40′ è parità (74-74), si decide all’overtime.

Tutto in 5′ e l’Atomika completa il lavoro. Segna subito Di Titta, Gubbio si ferma ad appena 3 punti e sulla soglia dell’ultimo minuto di gioco Matteo Luzzi fa esplodere il pubblico (80-77). Gubbio prova dall’arco ma la difesa regge e Di Titta infila i 2 liberi che sparigliano prima della bomba della staffa che Ceccaroni stampa di tabella.

 

ATOMIKA-GUBBIO 85-77 dts

Atomika: M.Luzzi 16, D.Luzzi 3, D’Aquilio 16, Di Titta 23, Alessi 3, Calai, Tini 16, Vantaggioli 2, Ceccaroni 6. All’. Peron



Commenti