Menu sport


Fa il suo dovere la Blubasket e si impone sul Cus Ancona, ma non basta. In contemporanea Senigallia vince largo con Spello e conquista la serie B. Il prossimo turno quindi, domenica 28 aprile al Palavecchio, potrà servire soltanto per accorciare a due soli punti la distanza tra due squadre che hanno dimostrato sul campo di avere qualcosa in più rispetto a tutte le altre concorrenti, e magari a far crescere un pò più i rimpianti delle Blues.

Nell’occasione Polinori-Bimbo partono con lo starting five varato da quando Calabresi è out, Servili, Egwoh, Bonaccini Petrini e Ottavi. L’inizio è nervoso ed equilibrato finchè due triple di Bonaccini danno il primo allungo alla prima sirena. Nel secondo quarto la Blubasket, guidata da una Petrini sempre più ispirata, piazza un paio di minibreak rintuzzati però puntualmente da Ancona, con Bergamasco lasciata a volte colpevolmente libera. Egwoh è presente e Ancona si avvicina con difficoltà a canestro, ma dalla media trova il modo di allungare il match.

Stesso canovaccio al rientro dagli spogliatoi con Spoleto che riesce a trovare il canestro con tutte le rotazioni, ma non a chiudere definitivamente. La spallata arriva nei primi minuti del quarto quarto, prodotta dal marchio di fabbrica della squadra: difesa forte e velocità. Sul 55-35 a 5′ dal termine cala un pò la concentrazione, anche in virtù delle notizie provenienti da Senigallia, e gli ultimi minuti servono più che altro a far ricevere gli applausi del sempre folto pubblico a tutte le ragazze, legittimo riconoscimento per chi  ha condotto una brillantissima stagione superando tra le tante difficoltà, anche quella di vedersi privare da metà campionato della sua giocatrice faro.

BLUBASKET-CUS ANCONA 59-48 (16-12, 15-13, 14-10, 14-13)

 

Blubasket: Cascioli 1, Moriconi, Servili 4, Shabani, Petrini 14, Egwoh 10, Bonaccini 14, Luccioli 2, Proietti Picotti 5, Ottavi 7. All.Polinori. Ass. Bimbo

Cus Ancona: Saccone, Mercanti 3, Carra 7, Rizzi 2, Landi 2, Bergamasco 17, Srologo 7, Vinciguerra 10, Boriani, Mancinelli.


Commenti