Menu sport


Gli eventi sportivi sono da sempre una risorsa per il sistema turistico locale, ma negli ultimi anni la programmazione si è notevolmente ridotta a causa di una impiantistica non più adeguata ad ospitare manifestazioni di livello nazionale ed internazionale. La situazione si protrae ormai da diversi anni e la carenza di manutenzione ha ormai reso i vari impianti sportivi cittadini obsoleti e al limite della praticabilità.

Sul tema interviene il Presidente del Consorzio Albergatori Spoleto, Tommaso Barbanera che fa il punto della situazione.

“Di recente – afferma il Presidente di Con Spoleto – siamo stati costretti a rinunciare ad alcune manifestazioni di ginnastica ritmica, organizzate da un ente di promozione sportiva che da anni portava a Spoleto (PalaRota) un consistente numero di atlete. La situazione dell’impiantistica sportiva ha raggiunto i massimi livelli di criticità e credo che sia assolutamente indispensabile intervenire per restituire alla città impianti idonei ad ospitare manifestazioni di un certo livello. È opportuno che tutti gli attori che ruotano intorno allo sport si siedano intorno ad un tavolo con l’obiettivo di programmare una serie di interventi di riqualificazione anche per mettere a disposizione dei nostri figli strutture moderne. Avevamo una pista di atletica leggera da otto corsie che oggi è divenuta praticamente inutilizzabile. La piscina comunale non è idonea per ospitare eventi sportivi invernali, il PalaRota è ridotto in pessime condizioni e la situazione del PalaTenda la conosciamo tutti. Il problema va affrontato in tempi rapidi ed è indispensabile una programmazione per reperire fondi e finanziamenti.”    

Naturalmente l’attuale situazione si è venuta a creare nel tempo a causa della mancanza di manutenzione dei vari impianti. L’ultima struttura pubblica realizzata in città è il PalaTenda di via Laureti che però non è dotato di tribune e può essere utilizzato solo per determinati tipi di manifestazioni e per gli allenamenti. Anche lo Stadio Comunale è ridotto in pessime condizioni anche a causa del terremoto del 2016 che ha danneggiato gli spogliatoi, ma non sono in programma interventi di manutenzione e riqualificazione.

Nonostante ciò l’amministrazione comunale ha comunque sostenuto una serie di eventi sportivi “alternativi”come la Spoleto-Norcia in Mtb o il recente Campionato Italiano di Enduro che pur non avendo bisogno degli impianti sportivi specifici hanno comunque portato in città migliaia di persone. Non basta però perché gli impianti sono fondamentali per implementare l’intero movimento sportivo e di conseguenza il turismo sportivo.



Commenti