Menu sport


“I problemi della Monini non dipendono assolutamente dal valore dei giocatori, questa squadra può vincere con chiunque.” È ottimista il nuovo allenatore della Monini Francesco Tardioli (foto tratta da facebook di Maurizio Lollini) che, dopo una settimana di lavoro stila un primo bilancio. Campionato fermo per la finale di Coppa Italia, la squadra ha lavorato in palestra senza disputare gare amichevoli.

“Bilancio più che positivo – afferma il nuovo allenatore – lavoro di qualità e tanta attenzione e concentrazione. Dobbiamo aprire una pagina nuova, gettandoci alle spalle tutto quello che è stato fino ad oggi. Eliminare i fantasmi del passato e ripartire da zero. I problemi non dipendono assolutamente dalla qualità dei giocatori, i risultati fino ad oggi non sono quelli che si attendeva la società, non abbiamo ancora alcuna certezza l’obiettivo play off è ancora lontano.”

Reggio Emilia vince in casa di Leverano e scavalca la Monini
Effettivamente i soli 2 punti guadagnati nelle ultime tre partite hanno ridimensionato le ambizioni della squadra che fino ad un mese fa era tornata in corsa per il primo posto nel girone Bianco. Ora la classifica vede gli spoletini al 4° posto (scavalcati da Reggio Emilia che ha vinto il recupero contro Leverano) insidiati alle spalle da Livorno, Potenza Picena Lagonegro e anche Santa Croce che rimane comunque ancora in corsa per l’accesso ai play off.

7 partite 21 punti in palio per centrare la zona play off
“Non voglio sentir parlare di play off – continua il tecnico spoletino – perché l’obbiettivo è molto lontano, mancano ancora 7 partite e noi siamo al 4° posto quindi dobbiamo rimanere concentrati. Non possiamo assolutamente accontentarci di chiudere al 4° posto perché poi sarebbe difficile, visto che andremo ad affrontare la prima in classifica del girone Blu. Comunque sono convinto che questa squadra può vincere con chiunque.”

Non sono previsti acquisti
Tardioli precisa anche a proposito delle voci di mercato che sono circolate in questi giorni: “Ho verificato personalmente con la società in merito ad eventuali nuovi giocatori in arrivo. Gli stessi dirigenti hanno smentito ogni ipotesi di questo genere.”

Effettivamente l’arrivo di un eventuale nuovo giocatore potrebbe provocare malumori interni e anche le sole voci sono comunque destabilizzanti. Il tecnico spoletino dovrà restituire fiducia ad un gruppo di giocatori di grande qualità, ma soprattutto dovrà trovare quell’equilibrio che coach Monti non è mai riuscito ad individuare.

Prima della partita interna contro Lagonegro c’è ancora una settimana di lavoro.  È chiaro che ora la squadra non potrà più permettersi passi falsi perché dopo Lagonegro c’è la trasferta di Brescia. Gli spoletini dovranno affrontare anche Reggio Emilia, Potenza Picena e Santa Croce, tutte dirette avversari per l’accesso ai play off.



Commenti