Menu sport


(s.g.) – Nell’anticipo dell’ottava giornata di andata perde 2 punti la Polizia Penitenziaria Spoleto che divide la posta in palio con un Cascia assente nel primo tempo ma vivo nella ripresa soprattutto dopo essere rimasta in inferiorità numerica per un contestatissimo secondo cartellino giallo a Rasi.

Ad andare però fuori giri per l’inaspettato vantaggio numerico è paradossalmente la formazione allenata da Pasquale Ercolano che sulla punizione da cui scaturisce l’espulsione del giocatore ospite, si fa cogliere di sorpresa e subisce il gol del 2-3 e dopo 10 minuti commette il fallo in area che permette a Lorenzo Mercuri di raggiungere un insperato pareggio

Ad andare fuori giri va anche l’arbitro che non riesce più a controllare l’incontro concedendo un recupero irrisorio a fronte di 5 cambi, 1 espulsione  edalmeno tre interventi sanitari piuttosto elaborati e sbagliando diverse valutazioni tecniche.

Della prova dell’arbitro si lamenta molto la panchina spoletina ma ad onor del vero i motivi del pareggio spoletino sono da ricondurre non all’arbitro ma a demeriti propri. Dopo un buon primo tempo la formazione di casa non si ripete nei secondi 45’ minuti di gioco e non riesce a giovarsi del vantaggio della superiorità numerica subendo, nel finale ben due reti.

Il vantaggio degli spoletini lo segna Oliviero che su azione da calcio d’angolo, raccoglie una corta respinta e dal limite mette in rete. Il raddoppio al 36’ lo segna Meniconi che sfrutta al meglio un suggerimento nello spazio di Bini. La punta ex Ducato batte il portiere in uscita nel palo lontano.

Nella ripresa una disattenzione al limite permette al liberissimo Lorenzo Mercuri di mettere in rete di sinistro.

La Polizia Penitenziaria ristabilisci le distanze al 20’ quando Bini dal limite calcia forte sotto l’incrocio dei pali sinistro.

Al 29’ su punizione a favore del Cascia, l’arbitro ammonisce per la seconda volta Rasi. La punizione è battuta per Lorenzo Loretucci che segna il 3-2. Il Cascia ci crede ed al 39’ pareggia su rigore. Il fallo netto in area permette alla punta casciana di segnare il 3-3 finale.

C’è spazio alla fine per segnalare l’espulsione dell’allenatore in seconda Cornelio che protesta circa il recupero (esiguo) concesso dall’arbitro.

POLIZIA PENITENZIARIA – CASCIA 3-3 (2-0)

POL. PEN. SPOLETO: Ascani; Cerquiglini, Bassetti (Gjinaj); Bravetti, Ciamarra, Pannuzzi; Oliviero (Locci), Bini, Belpassi (Sandu), Hoxha (Sensini), Meniconi. A disp.: Puiu, Martini, Flamini, Batihi, Antonelli. All.: Pasquale Ercolano

CASCIA: Novello; Cannone, Ciani; Mariani, Regoli, Pistoni; Manuel Loretucci, Marco Mercuri (Sbornicchia), Rasi, Lorenzo Loretucci, Lorenzo Mercuri. All.: Andrea Rasi

ARBITRO: Francesco Lorenzo Cicoria di Foligno

RETI: 9’pt Oliviero (PP), 36’pt Meniconi (PP), 11’st e 39’st (rig) Lorenzo Mercuri (C), 20’st Bini (PP), 29’st Lorenzo Loretucci (C)

NOTE – espulsi: al 29’st Rasi (Cascia – doppia ammonizione), 46’st il vice allenatore Cornelio (PP)

 



Commenti