Menu sport


“Le vittorie di Gianluca Andolfi e gli ottimi risultati di Vittoria Tiburzi appartengono a tutta la squadra che per 11 mesi nonostante le difficoltà si è sempre allenata con dedizione sostenendo i due atleti di punta.”

Sono le parole del tecnico della Spoleto Nuoto Piero Santarelli (foto), che senza alcun dubbio parla di “stagione da incorniciare”. Il pensiero non può non andare agli anni 2005, 2006, 2007, quando Santarelli vinse la prima medaglia d’oro della sua carriera con la ranista Giulia Canolla. Da allora il palmares del tecnico spoletino si è arricchito ed oggi può vantare ben 2 ori agli italiani di categoria 5 bronzi e ben 40 finali. Difficile capire con esattezza quanti sono i titoli regionali, ma nella storia dello sport spoletino Santarelli è forse l’allenatore più medagliato e quello che ha ottenuto i risultati più prestigiosi. Risultati che arrivano in uno sport che è sicuramente uno dei più praticati a livello mondiale, ma soprattutto uno sport che in Italia vanta una lunga tradizione, ribadita anche al recente mondiale ungherese. I livello del nuoto italiano giovanile è altissimo, ma Spoleto, nel suo piccolo, proprio grazie a Santarelli è sempre stata protagonista a livello nazionale.

Se il 2007 fu l’anno di Giulia Canolla il 2017 è l’anno di Gianluca Andolfi. Il 17enne spoletino chiude la stagione con una medaglia d’oro e due bronzi al collo. La stagione è inizia ad aprile con la splendida vittoria del titolo italiano nei 50 dorso (juniores primo anno) ai Criteria di Riccione e con il bellissimo bronzo nei 50 farfalla. Esperienza indimenticabile per il giovane spoletino che non era di certo tra i favoriti, ma ha sfoderato una favolosa prestazione, che lo ha portato alla ribalta delle cronache e che gli ha permesso di entrare di diritto tra gli atleti seguiti dai tecnici della nazionale. Vincere non è semplice, ma ripetersi è ancora più difficile. Ebbene la settimana scorsa il giovane spoletino ha fatto ancora meglio. Ai campionati Italiani estivi in vasca lunga di Roma Andolfi ha messo al collo la terza medaglia del 2017, chiudendo al 3° posto nei 50 dorso (Juniores 1999-2000). Ebbene lo spoletino ha addirittura messo paura agli atleti più grandi e nella gara dei 50 dorso, grazie anche ad una straordinaria sub, ha mancato la vittoria per pochi centesimi. Nella finale dei 50 farfalla ha chiuso al 3° posto tra i 2000, confermando in pieno il risultato di Riccione.

Se il 2017 è stato un anno da incorniciare, il 2018 sarà l’anno della sfida all’Europeo giovanile. La stagione è appena terminata, ma il tecnico Santarelli pensa già al 2018. Quel 25’’10 fatto segnare a Riccione, in vasca, corta da Gianluca Andolfi vale la 16^ prestazione assoluta a livello nazionale. Ed è proprio da qui che ripartirà la nuova stagione per il talento spoletino. In autunno sono previsti i campionati italiani assoluti in vasca corta ed Andolfi ha già il biglietto in tasca. La stagione parte subito forte quindi per il giovane talento della Spoleto Nuoto, che già dai primi di settembre riprenderà ad allenarsi. L’obiettivo per il 2018 però è la qualificazione agli europei giovanili. Migliorare la partenza dei 50 farfalla, dotando la piscina di un blocco di moderna generazione e lavorare sulla distanza per diventare competitivo anche sui 100 sono le priorità per la prossima stagione.

Il 2017 però sarà ricordato anche per la rinascita del settore femminile. Dopo qualche anno infatti una atleta spoletina ha nuovamente centrato la qualificazione agli italiani giovanili di Roma. La ranista Vittoria Tiburzi si è ben difesa sia nei 100, che nei 200 rana categoria Ragazzi, chiudendo tra le prime 50 atlete italiane. Un risultato che deve essere solo il punto di partenza per continuare a migliorare e deve essere da stimolo per le atre ragazze della squadra. L’obiettivo in rosa per il 2018 è centrare la qualificazione ai giovanili con la staffetta 4×100 mista Ragazzi. Miglorare si più e a dimostrarlo è stata la stessa ranista Vittoria Tiburzi, che quando è arrivata alla Spoleto Nuoto vantava un personale di 3’25 nei 200 e di 1’35’’ nei 100. Oggi la giovane atleta ha notevolmente migliorato i sui record passando a 2’47’’ nei 200 e a 1’17’’ nei 100.

La storia si ripete, da Giulia Canolla a Gianluca Andolfi: Il Tecnico della Spoleto Nuoto, Piero Santarelli svela il segreto per vincere un titolo italiano


Commenti


Contatti

Redazione: info@spoletosport.it

Telefono: 347 2412179

Spoletosport su Facebook

Editore

Associazione Anteprima

Via Nursina, 32 - 06049 Spoleto (PG)

P.IVA 02616290546

Farmacia di turno & Meteo

Farmacia di turno: Farmacia MarcheseVia Filippo Brignone, 7 - 06049 Spoleto (PG)

[ywsc]