Menu sport


Dimenticare Foligno. Obiettivo vincere, mostrando buon gioco e  per cancellare la buona prova da zero punti di Foligno ritornando ad assaporare la gioia di una vittoria voluta, costruita e realizzata grazie all’impegno di tutti. Questo l’obiettivo odierno della Ducato che riesce a mostrare buon calcio nella prima parte della gara attaccando a pieno organico e costringendo spesso nei propri 16 metri quasi tutta la formazione avversaria. Nella ripresa meglio i ternani che hanno costruito buone trame quasi sempre fermate al limite dal muro spoletino anche per la non buona prestazione di Gadji oggi ben marcato da un Settimi formato serie D.

In avanti si danna l’anima Kola che offre spazi a tutto e tutti e trova però il gol solo nel finale su un sacrosanto penalty nel finale di gara.

Partenza ed entrambe le formazioni si schierano con un 4-4-2 speculare. Nel periodo di maggiore pressione spoletina, l’Oratorio prova un 3-5-2 ma la pressione dei padroni di casa è tale che il modulo schierato diventa un 5-3-2.

Inizia la Ducato? Macchè. Al 9’ è la formazione ospite che sfiora il vantaggio con Moretti che scivola e lascia il contropiede all’avversario che in area mira l’angolo opposto non trovandolo per pochi centimetri ed una deviazione ‘monstre’ di Cimarelli. A passare è la Ducato. Al 12’ Fedeli si inserisce di prepotenza a sinistra serve al centro Moretti che s’incunea in area proprio nello spazio lasciato libero da Kola. Moretti affronta Conti in uscita e poi mette in rete la corta respinta del portiere.

Sul Capitini diluvia. Si accendono i riflettori. Le squadre iniziano ad avere difficoltà nel controllo della palla. Al 21’ un cross da destra di Carusone finisce fuori dalla parte opposta mentre al 24’ lo stesso giocatore ospite calcia forte costringendo Cimarelli ad una parata a terra.

Al 26’ raddoppia la Ducato. A parti invertite ma i protagonisti sono sempre gli stessi. Stavolta è Moretti che con una progressione alla Francesco Rocca del tempo che fù, va sul fondo crossa al centro dove Fedeli gira in rete sul 1° palo. Al 2’ Kola lavora bene una buona palla, serve Fedeli che è anticipato in angolo dal portiere avversario. Al 14’ Kola coglie un palo esterno. Il manto erboso del Capitini assorbe bene l’acqua che sta scendendo dal cielo ma i giocatori fanno molta fatica a costruire azioni. La partita scende di ritmo. Al 19’ un cross da sinistra di Perni attraversa tutta la luce della porta senza trovare giocatori ospiti. Al 38’ Kola calcia sul portiere in uscita e al 40’ realizza il rigore concesso per fallo sullo stesso giocatore. Bravo Ben Boubaker che arbitra bene anche grazie alla preziosa collaborazione di Bicchielli e Castellani

Spogliatoio –  Mister Porrazini cosa manca alla sua squadra. Oggi non avete deluso ma? “Sotto certi aspetti sono soddisfatto della prestazione ci manca un po’ di esperienza che domenica dopo domenica cerchiamo di acquisire. Per esempio sul 1° gol che m’ha dato l’impressione (l’attaccante di casa) di essere in fuorigioco, abbiamo commesso un errore. Poi recuperare è difficile contro una squadra seconda in classifica” La sua squadra è una matricola che differenza c’è tra un campionato di prima e quello di Promozione: “Ovvio il Dio denaro. Noi cerchiamo di ottimizzare quanto abbiamo in casa. Certo chi può spendere qualche soldino costruisce rose di spessori tecnici importanti”. L’obiettivo dell’Oratorio rimane la salvezza: “certo il prima possibile. Se mercoledì scorso nel recupero a Campitello, avessimo conquistato i tre punti oggi non avremmo avuto l’obbligo di fare risultato. Ecco giochiamo a viso aperto con tutte ma dobbiamo cercare di non lasciare punti per strada

Per Ricci della Ducato, Foligno è un ricordo anche se il rammarico “per non avere portato via un punto o di non avere potuto schierare Tomassoni è ancora tanto”. Oggi l’Oratorio S. Giovanni Bosco: “una buona squadra. Si è battuta bene”. Troviamo i difetti alla Ducato: “forse dobbiamo sapere gestire meglio il risultato e chiudere la gara con un pizzico di cinismo in più”.

La Ducato continua con questo modulo, o sono previste novità?: “certamente dobbiamo recuperare gli infortunati e poi, si, continuiamo come abbiamo fatto sino ad ora”. Non possiamo dar torto al tecnico spoletino del resto al mercato dicembrino mancano ancora 25 giorni.

DUCATO – ORATORIO S. GIOVANNI BOSCO 3-0 (2-0)

DUCATO (4-4-2):  Cimarelli 7; Sbardellati 6,5, Arcangeli 6,5, Settimi 7, (23’st Stella 6), Pazzogna 6,5; Moretti 7, Piantoni 6,5, Quaglietti 6,5 (42’st Ammenti sv), Paci 6 (23’st Falzone 6); Kola 6,5, Fedeli 6,5 (47’st Toppo sv). A disp.: Mariani, Pontani, Restani. All.: Fausto Ricci 7

O.S.G. BOSCO (4-4-2): Paolo Conti 6; Martone 5.5, Cardinali 6, Argenti 6, Astolfi 6,5; Matteo Conti 5,5, (29’st Zomparelli sv) Borrello 6, Accorroni 6, Buono 7; Gadji 5, Carusone 5,50 (al 13’st Perni 6). A disp.: Mancini, Trastulli, Francesco Conti, Calvani, La Tegola. All.: Emiliano Porrazzini 7

ARBITRO: Mohamed Ben Boubaker di Foligno 7. (Assistenti: Marco Bicchielli e Diego Castellani di Foligno)

RETI: 12’pt Moretti, 26’st Fedeli, 40’st (rig) Kola

NOTE – Ammoniti: Martone, Carusone

ducato-osgbosco 3-0 arcobaleno


Gallery

ducato-osgbosco 3-0 inizio
ducato-osgbosco 3-0 arcobaleno

Commenti


Contatti

Redazione: info@spoletosport.it

Telefono: 347 2412179

Spoletosport su Facebook

Editore

Associazione Anteprima

Via Nursina, 32 - 06049 Spoleto (PG)

P.IVA 02616290546

Farmacia di turno & Meteo

Farmacia di turno: Farmacia ScocciantiVia Guglielmo Marconi, 250 - 06049 Spoleto (PG)

[ywsc]