Menu sport


Al termine di un match giocato, per larghi tratti, sul filo della fisicità e della tensione, Ducato e San Sisto si dividono la posta in palio: un risultato che appare giusto, soprattutto perché le due squadre hanno dimostrato di temersi molto, in particolar modo in un primo tempo poverissimo di azioni pericolose e che si è ravvivato solo sul finale. Ducato senza Oliviero, febbricitante, ma che recupera Appolloni e Fabi.

Dicevamo di un primo tempo noioso in cui ha prevalso l’organizzazione difensiva delle due compagini che ha impedito rifornimenti adeguati ai rispettivi attacchi (i migliori, numericamente parlando, della categoria). Ci pensa il capitano ospite Baiocco poco prima della mezz’ora ad accendere il match: devastante punizione (una delle troppe concesse dagli spoletini in questa partita) da venticinque metri, Desideri forse sfiora, palla sulla traversa, la difesa della Ducato non spazza, il San Sisto calcia ancora, trovando un incredibile incrocio dei pali. I ragazzi di Pazzogna sembrano subire il contraccolpo del pericolo scampato, ma è proprio la squadra padrona di casa ad andare vicina al vantaggio, con Vukaj, servito da un’ottima imbucata di Carciofi, ma il portiere chiude bene in uscita disperata. Quando sta per terminare la frazione, arriva il vantaggio del San Sisto: palla dall’angolo, Desideri non arriva a smanacciare, sul secondo palo insacca di testa Velez.

Nella ripresa, dopo un inizio equilibrato, è la Ducato, vogliosa di arrivare al pari, a farsi ampiamente preferire; dopo un paio di ottime occasioni di Vukaj e Carciofi (salvataggio sulla linea della difesa perugina), arriva il pari con la zampata sotto porta di capitan Appolloni. A questo punto sembra la Ducato meglio messa psicologicamente, ma il San Sisto riordina le idee, rimettendo il match sui binari dell’equilibrio e rendendosi pericoloso in mischia. Al 26′ l’ultimo vero episodio del match, con la Ducato che ribalta bene con Panetti un’azione partita da una punizione da posizione pericolosissima per gli avversari, affondo di Sabatino sulla sinistra di Sabatino, palla in mezzo per Carciofi che calcia di sinistro troppo debolmente per impensierire Qoku. C’è tempo solo per un paio di buone iniziative di Carlini sulla destra, non sfruttate dai compagni.

Ducato che rimane prima in classifica (in coabitazione con il Cannara) e che, domenica prossima, farà visita al Valdichiana, fanalino di coda, ma dato in ripresa.

 

DUCATO-SAN SISTO 1-1

Ducato: Desideri, Panetti, Silvestrini, Appolloni, Benedetti, Sorci (Fabi), Carlini (Mercatelli), Sabatino, Carciofi, Vukaj, Cancelli (Mercatelli). All. Pazzogna. A disp. Mazzocanti, Scarabottini, Bradley, Antonelli F.

San Sisto: Qoku, Antonelli N., Barbarossa, Galli, Mancinelli M., Velez, Aquino (Fumi), Baiocco, Farnesi (Papi), Mancinelli C. (Cerboni), Piazzai. All. Galletti. A disp. Genovese, Basso, Bisogno, Vinti

Arbitro: Federico Bifolco di Terni

Reti: 35’pt  Velez, 16’st Appolloni

Mister pazzogna


Commenti


Contatti

Redazione: info@spoletosport.it

Telefono: 347 2412179

Spoletosport su Facebook

Editore

Associazione Anteprima

Via Nursina, 32 - 06049 Spoleto (PG)

P.IVA 02616290546

Farmacia di turno & Meteo

Farmacia di turno: Farmacia MarcheseVia Filippo Brignone, 7 - 06049 Spoleto (PG)

[ywsc]