Menu sport


È arrivato il momento del gran finale agli Europei di basket in corso di svolgimento in Turchia e l’Italia c’è. gli azzurri dopo il 3° posto nel girone di qualificazione hanno agevolmente superato gli ottavi di finale battendo la Finlandia 70 a 57 ed entrando di diritto tra le prime 8 squadre europee. Ora ai quarti c’è la Serbia (mercoledì 20 e 30), per una battaglia quasi proibitiva che vale comunque la semifinale.

L’avventura degli azzurri è iniziata un po’ nello scetticismo dei tifosi italiani, dovuto un po’ anche al ko di Gallinari, ma partita dopo partita la squadra ha acquisito fiducia ed ora anche gli appassionati ed i tifosi ci credono.

Uno dei protagonisti a bordo campo, che il quotidiano La Stampa definisce “l’Uomo in più degli azzurri” è il dirigente accompagnatore Roberto Brunamonti, che segue la nazionale maggiore solo dal ritiro pre-europeo di luglio.

Consigliere, psicologo, consulente tecnico, ma soprattutto uomo di fiducia degli azzurri, che ora sognano di emulare l’ex giocatore spoletino già Campione Europeo nel 1983 a Nantes.

Il giornalista Giorgio Viberti, inviato ad Istambul di La Stampa, chiude l’intervista a Brunamonti con la domanda:

Lei vinse l’oro europeo con l’Italia a Nantes 1983: vede in questa Italia qualcosa di quella grande Nazionale?  

«Eccome. La fiducia reciproca, l’amicizia, l’aiuto che ciascuno dà ai compagni sono simili, tutti valori preziosissimi che non si comprano e che in una squadra contano più della statura tecnica o fisica. Questa Italia mi ricorda molto quella di Nantes». 

robertobrunamonti


Commenti


Contatti

Redazione: info@spoletosport.it

Telefono: 347 2412179

Spoletosport su Facebook

Editore

Associazione Anteprima

Via Nursina, 32 - 06049 Spoleto (PG)

P.IVA 02616290546

Farmacia di turno & Meteo

Farmacia di turno: Farmacia FlaminiaVia Flaminia, 169 - 06049 Spoleto (PG)

[ywsc]