Menu sport


L’Atomika Cosis Badiali Cashmere vende cara la pelle ma alla fine s’inchina alla capolista Orvieto. Il 2017 dei bianconeri si chiude così. Con un’altra partita giocata alla pari ma persa alla lunga e che ora rimanda a un 2018 in cui invece la squadra di Bisceglia dovrà farsi trovare pronta all’appuntamento.

Il coach ternano recupera sia Boccacci che Scafaro e ha dai suoi un eccellente primo tempo. S prosegue senza sosta punto a punto con Orvieto che non riesce a strappare come vorrebbe. L’attacco Atomika è in ritmo e nel secondo quarto le cose migliorano ulteriormente. La difesa prova ad aggredire e la controindicazione sta nel bonus che si accende presto e i rupestri sfruttano al meglio (10 punti a gioco fermo). Orvieto infatti attacca a ripetizione conquistando tiri liberi in serie con cui si mantiene in linea di galleggiamento, in più il ’98 Casanova comincia la serata da ricordare. L’Atomika però c’è e sul finire del primo tempo tocca il +6 bruciandosi tuttavia il tesoretto con un tecnico che permette agli ospiti di ricucire e sorpassare. Due liberi di Boccacci, in chiusura, fissano così la perfetta parità al riposo (37-37).

Verdetto rimandato alla ripresa che prosegue sulla stessa falsa riga. Si accende Alunderis ma l’Atomika risponde con Daniele Luzzi che spara da tre e poi assiste il lay up di Boccacci. Con la fuga in contropiede di Battiloro e la tripla in mezza transizione di Matteo Luzzi è di nuovo aggancio (47-47 al 24′). I bianconeri ci credono, Daniele Luzzi prende uno sfondamento, Boccacci si fa sentire in area, in mezzo Battiloro spara ancora dall’arco per il sorpasso (50-49) ma lì Alunderis e Marcante rispondono con la stessa moneta (53-57). Bisceglia chiude il quarto con Scafaro in campo ma col ritmo alto l’Atomika trova linfa da Di Titta che guadagna una coppia di liberi e poi ruba e schiaccia. Alunderis fa 2+1, Scafaro inventa una tripla dal nulla (58-60) ma con un paio di giocate d’intensità Orvieto piazza il mini allungo all’ultimo riposo (58-64).

I rupestri vogliono i due punti e aumentano la pressione difensiva trovando punti facili in contropiede (58-70 al 33′). Bisceglia si gioca la carta Ferri che però è costretto ad abdicare per il riacutizzarsi dell’infortunio alla caviglia così Di Titta prova a caricarsi l’attacco sulle spalle. L’airone inventa un passo e tiro dalla lunetta chiuso di sinistro, un gioco da tre punti e un altro viaggio in lunetta ma Orvieto è in pieno controllo (64-74). L’Atomika ha il merito di provarci fino in fondo e affonda ancora due volte con Daniele Luzzi riportando lo scarto sotto la doppia cifra con la gran tripla di prima intenzione di Matteo Luzzi (72-80 al 38′). Per sperare in qualcosa di più però è troppo tardi. Orvieto si prende i due punti, l’Atomika una prestazione da cui poter ripartire.

 

ATOMIKA-ORVIETO 72-86 (18-19; 19-18; 21-27; 14-22)

Atomika: M. Luzzi 11, D. Luzzi 9, Ceccaroni, Ferri 2, Battiloro 14, Di Titta 17, Navarra, Sartini 2, Tini, Vantaggioli, Boccacci 6, Scafaro. All. Bisceglia

Orvieto: Giorgini 4, Bonifazi, Radicchi 12, Russo, Kenezevic, Frosinini, Abet 7, Alunderis 21, Knezevic, Trinchitelli 5, Casanova 30, Marcante 7. All. Brandoni

boccacci_battiloro atomika 17_18


Commenti


Contatti

Redazione: info@spoletosport.it

Telefono: 347 2412179

Spoletosport su Facebook

Editore

Associazione Anteprima

Via Nursina, 32 - 06049 Spoleto (PG)

P.IVA 02616290546

Farmacia di turno & Meteo

Farmacia di turno: Farmacia Comunale 1Via Loreto, 8 - 06049 Spoleto (PG)

[ywsc]